Fuerteventura è l’isola dei sogni secondo il quotidiano La Razón

Un ricco patrimonio naturalistico

La seconda isola più grande dell’arcipelago delle Canarie offre un compendio di sensazioni e sapori: paesaggi “marziani”, un ricco patrimonio circondato da spiagge seducenti e una cucina deliziosa.
Il quotidiano La Razón ha realizzato un esteso reportage su Fuerteventura, un’isola “con un ricco patrimonio avvolto da seducenti spiagge e con una cucina deliziosa”.
Carlos R. Zapata l’autore del reportage afferma che Fuerteventura è una gran sconosciuta, e “a dire il vero, poco sappiamo di questa isola, oltre ad avere sentito parlare delle sue spiagge e del vento in alcune di esse, per il delirio dei surfisti. Oltre all’esilio dell’insigne scrittore Unamuno”.
“La prima fermata nell’isola è nel Hotel “El Mirador” di Fuerteventura, vicino a Puerto del Rosario.  Uno Hotel a quattro stelle completamente rinnovato. 

Fuerteventura el cotillo playa

Anche la bellezza di Betancuria viene richiamata nell’articolo, “il paese abbaglia i suoi visitatori con la sua storia, le sue strade strette piene di fiori, le sue case imbiancate, e soprattutto la tranquillità che si respira in qualunque dei suoi angoli. Un paio di musei e la Chiesa di Santa María sono solo alcuni dei suoi tesori.
Continuando verso sud si arriva a Costa Calma, una striscia di sabbia che separa la penisola di Jandía dal resto dell’isola. Questo spazio naturale è il meglio conservato dell’isola dove si trovano le migliori spiagge come quelle di Sotavento, Esquinzo e Mattoral.
“Da sud, una strada di sabbia, piena di curve e precipizi, ci porta fino a Cofete ultimo traguardo, dove si vedono alcune capre in un paesaggio di terra lunare fino ad arrivare alla spiaggia infinita. Non si può salutare l’isola senza comprare il suo famoso formaggio di latte di capra autoctona Majorera, che è diventato uno dei più premiati al mondo.”

Tratto dal reportage “La Razón

Fuerteventura playa de cofete

Il resto dell’articolo è un percorso su tutta Fuerteventura. “La prima destinazione sono le famose Dune di Corralejo che, con le sue sabbie dorate ed il vento quasi sempre presente, fanno si che sia sempre affollate da surfisti, windsurfisti, e quelli che praticano il “kitesurf.”
Passeggiando per questa zona c’imbattiamo con una visione quasi spettrale:  vulcani estinti su suoli di toni ocre, come il Calderón Hondo o la Montaña di Bayuyo, entrambe con sentieri segnalati che ci fanno credere che camminiamo per qualche pianeta del sistema solare che non è la terra.
Viene fatta menzione anche del paese di La Oliva di cui si lusinga la bellezza dei suoi monumenti e soprattutto della sua chiesa “edifici fatti di pietra vulcanica come la Chiesa della Candelaria e la preziosa “Casa de Los Coróneles”, un edificio dove abitarono i militari che controllavano l’isola. Dalle scogliere di “El Cotillo” e dal Castello del Tostón le viste sono impressionanti, soprattutto all’imbrunire.

fuerteventura tramonto al cotillo

Vuoi trasferirti a Fuerteventura?

Valuta anche l’acquisto di una casa da mettere in affitto, approfittando dell’elevato numero di turisti che arriva sull’isola in ogni momento dell’anno.