La Corte Suprema ha detto ‘si’ alle abitazioni vacanziere in zone turistiche

Il Tribunale Supremo (TS) ha annullato la decisione del Governo delle Canarie di proibire alle abitazioni l’affitto vacanziero nelle zone catalogate come turistiche, stimando che quella limitazione è contraria al principio di libertà di impresa che garantisce l’articolo 38 della Costituzione Spagnola e che solo cerca di ″favorire l’offerta di prodotti alloggiativi tradizionali.″

Il Tribunale Supremo conferma così la sentenza dettata a maggio dell’anno scorso nell’Aula del Contenzioso Amministrativo del Tribunale Superiore di Giustizia delle Canarie (TSJC) che aveva osservato lo stesso problema di legalità del decreto che regola l’affitto vacanziero nelle Isole da 2015, segnalato come tale dalla Commissione Nazionale dei Mercati e della Concorrenza. 

 

case in affitto canarie
villa in affitto canarie

La sentenza sottolinea che quando il Governo delle Canarie difese davanti all’Aula la sua posizione contro la prima sentenza del TSJC, si evidenziò che la sua decisione di espellere le abitazioni vacanziere dalle zone turistiche ″obbediva a mere ragioni di carattere economico:  affinché le abitazioni vacanziere non entrassero in competizione col il resto degli stabilimenti alloggiativi alberghieri o extra alberghieri.″
La sentenza suppone la prima decisione ferma sulla normativa che regola l’affitto vacanziero nelle Isole. 

L’Associazione Canaria dell’Affitto Vacanziero (ASCAV), ha aspettato quasi 5 anni affinché la Corte Suprema concedesse ai proprietari delle case nelle Canarie i diritti che il Governo delle Canarie strappò loro proibendo l’affitto vacanziero nelle zone turistiche e ha mostrato in un comunicato tutta la sua soddisfazione per la sentenza emanata. L’Associazione, con più di 1.400 soci, ha lottato insistentemente per il riconoscimento di un’attività che genera nelle isole un impatto economico superiore a 1.500 milioni di euro.

Vuoi investire in Fuerteventura?

Valuta anche l’acquisto di una casa da mettere in affitto, approfittando dell’elevato numero di turisti che arriva sull’isola in ogni momento dell’anno.