Un Patrimonio Storico da conservare

Cotillo Scogliera vacanza Pasqua Fuerteventura immobiliare canarie
Cotillo Scogliera vacanza Pasqua Fuerteventura immobiliare canarie

Il Torre di San Bonaventura a Caleta de Fuste vicina alla riapertura

A Caleta de Fuste si sono incontrati: José Juan Herrera, consigliere di Commercio, Industria e Rete di Centri e Musei del Consiglio Comunale di Fuerteventura, Agustín Guillermo Rodríguez,  consigliere comunale municipale del Patrimonio Storico, Juan Cabrera, consigliere comunale del Municipio dell’Antigua e i dirigenti del Hotel Barceló Castillo Beach Resort, nonché i rappresentanti dell’associazione di impresari AECA per unificare gli sforzi e per organizzare l’apertura al pubblico dell’emblematica Torre di San Bonaventura.

La Torre di San Buenaventura risale al secolo XVIII ed è classificata come Bene di Interesse Culturale, essendo stata restaurata cinque anni fa dal Consiglio comunale di Fuerteventura con la collaborazione del Municipio dell’Antigua. Di nuovo, entrambe le istituzioni, insulare e municipale, uniscono gli sforzi comuni con AECA e Barceló per arrivare ad un accordo coi proprietari per l’acquisizione del Castello per poter gestire la sua posteriore apertura al pubblico.

Tutti condividono l’idea che il Castello in questione abbia un importanza storica, sociale, turistica e culturale e che può diventare un punto d’interesse turistico rilevante e luogo strategico per realizzare numerose attività come esposizioni o altre iniziative culturali.

Tratto da Noticias Fuerteventura

Cueva del Llano a Villaverde pronta al rinnovo

Il Consiglio comunale di Fuerteventura ha annunciato che eseguirà un lavoro di rinnovo nella “Cueva del Llano” a Villaverde, patrimonio naturale e luogo di interesse turistico.

L’impresa “Arenisca” ha presentato un progetto che prevede la pulizia, la conservazione nonché i lavori per la messa in sicurezza e il rilevamento topografico della grotta vulcanica.

La Commissione Insulare di Patrimonio Storico ha già dato l’approvazione a questi lavori preventivi per la ripresa delle visite guidate. Secondo il consigliere del Patrimonio Storico, Juan Jiménez, “questo luogo è una meraviglia che deve essere curato e protetto”.

Si tratta di un cunicolo vulcanico di 648 metri visitabili che conta con un abitante di eccezione: l’invertebrato Opilión, (Maiorerus randoi) che  assomiglia ad un ragno ed è esclusivo della Cueva del Llano, in quanto è l’unica cavità in Fuerteventura con le condizioni ambientali a lui appropriate. Questa specie è una dei sette artropodi che si trova in pericolo di estinzione nelle Canarie.

Nella galleria inoltre si possono osservare i differenti strati di sedimenti e di fossili che si sono depositati durante migliaia di anni. Tali tappe geologiche mostrano come Fuerteventura passò dall’essere un’isola umida ad un territorio desertico, come lo conosciamo attualmente.

Il Direttore Generale di Patrimonio Culturale del Governo delle Canarie, Miguel Clavijo, si riunì recentemente con le autorità di Fuerteventura per coordinare i lavori di conservazione per riaprire il museo al pubblico che fu chiuso per motivi di sicurezza quando nel 2013 l’ingresso della grotta rimase seppellita a causa di un crollo di terra.

Tratto da La Provincia

Torre San Bonaventura Caleta de Fuste

Vuoi investire in Fuerteventura?

Valuta anche l’acquisto di una casa da mettere in affitto, approfittando dell’elevato numero di turisti che arriva sull’isola in ogni momento dell’anno.