Le Canarie, la Costa del Sol e le Baleari, sono le zone preferite dagli gli spagnoli per affittare le loro seconde abitazioni.

I britannici sono quelli che acquisiscono più seconde case al di fuori del loro paese.

Secondo un studio di Savills e HomeAway  più di due terzi dei proprietari attuali considerano la possibilità di mettere a reddito le loro seconde case, essendo le Canarie, la Costa del Sol e le Baleari le zone preferite dagli spagnoli.
Secondo lo studio, negli anni ’70, nove proprietari su dieci facevano uso della loro seconda casa. Nel 2000 furono otto su dieci, mentre attualmente più di due terzi l’affittano per coprire la totalità o parte delle spese.
Paul Tostevin, responsabile dello studio, afferma che “in un ambiente col tasso di interesse basso, gli investitori cercano attivi che generino entrate.” Il 38% dei proprietari spagnoli ottiene benefici dalle loro proprietà, ed il 28% copre parzialmente le spese, ha aggiunto.
A livello globale, i proprietari britannici sono quelli che acquisiscono più abitazioni secondarie al di fuori del loro paese, il 19% delle proprietà si localizzano in Francia ed il 16% in Spagna. I destini preferiti per i proprietari internazionali sono l’Algarve, 5%, Costa del Sol, 4%, e Costa Blanca, 4%. Unicamente una quarta parte delle seconde abitazioni di proprietari olandesi si trovano nei Paese Bassi. La gran maggioranza delle seconde abitazioni del resto dei paesi studiati, hanno la loro seconda proprietà nel loro proprio paese.

isole canarie paesaggio seconda casa
coppia al mare seconda casa

Meno del 5% degli spagnoli, italiani e portoghesi hanno le loro seconde case all’estero. Le zone preferite per i proprietari spagnoli sono le Isole Canarie, per un 12%, la Costa del Sol, per un 9%, e le Isole Baleari, per un 9%.
Ma lo studio afferma che non tutti gli anni sono stati uguali. Secondo l’inchiesta, l’anno scorso il prezzo medio di una proprietà acquistata fu di 242.000 euro, un 37% meno che un decennio fa, cifra che aumenta a 254.000 euro nel mercato spagnolo.

Sviluppo Turistico

Nel decennio del 2000 ci fu un’impennata ed un rapido sviluppo dell’industria turistica che portò ad una crescita nel mercato di seconde abitazioni in Europa e negli Stati Uniti. Con la crisi successiva, i mercati immobiliari calarono e la domanda di seconde case di bloccò. Nonostante ciò il mercato immobiliare nel 2013 si riprese.
Il direttore generale per il Sud dell’Europa di HomeAway, Juan Carlos Fernández, segnala che negli ultimi dieci anni l’industria turistica ha avuto una grande trasformazione, e conclude che il turismo mondiale continua a crescere, con arrivi di turisti internazionali che aumentarono di un 7% rispetto all’anno precedente e con piattaforme come HomeAway che aprono il mercato a nuovi gruppi di viaggiatori e permettono ai proprietari di affittare le loro abitazioni con più frequenza per ottenere maggiori entrate.

Tratto da La Opinion

Vuoi investire in Fuerteventura?

Valuta anche l’acquisto di una casa da mettere in affitto, approfittando dell’elevato numero di turisti che arriva sull’isola in ogni momento dell’anno.